Aida

Aveva compiuto da poco dieci anni ed indossò già da allora un abito bianco.
Non si trattava di un abito da comunione ma di un abito da sposa ed Aida era l’ ennesima sposa bambina alla quale venne rubata l’ infanzia,
l’ennesima bambina venduta al pervertito di turno.
Quando arrivò la notte per Aida divenne un incubo;
ella provava dolore , dolore fisico , dolore mentale.
Quella vita non era adatta ad Aida, non era adatta ad una bambina ;
il sesso ancora non faceva per lei, ad ella erano più adatte le caramelle e i giochi con i pupazzi.
Aida tentava di star calma e di evitare il dolore ma esso era più forte e prese il sopravvento.
Il vecchio , il vecchio pervertito sfogò tutti i suoi istinti sessuali mentre il cuore di Aida smise di battere e le lenzuole divennerò sporche di sangue.
Autrice Felicia Salvati.

3 thoughts on “Aida

Lascia un commento