Le scarpe fucsia

Indossava le scarpe fucsia ma per le lingue di serpente esso non era un colore da maschio
e allora giù gli insulti e le risatine maligne.
Inizialmente non gli dava importanza ma poi quella violenza psicologica prese il sopravvento,
gli insulti e le offese suonavano in testa e non lo lasciavano vivere in pace ed iniziò man mano a diventar l’ ombra di se stesso.
La sua famiglia e i suoi amici si domandavano il perchè ma nessuno di loro trovava una risposta .
Per egli ogni giorno era insopportabile ed arrivò anche a rompere le sue scarpe fucsia , sperando ed illudendosi che tutto sarebbe finito ma ormai i serpenti l’ avevano preso di mira;
egli tentava di difendersi ma era solo e più piccolo di loro.
Un mattino venne ritrovato in bagno con le vene tagliate.
I serpenti erano riusciti a distruggerlo del tutto facendogli odiar se stesso e la vita.
La sua famiglia e i suoi amici distrutti dal dolore per la sua morte e cercando di capire di più
lessero il suo diario e grazie al contenuto riuscirono a far mettere in gabbia i serpenti,
impedendo ad essi di far ancora del male. Autrice: Felicia Salvati

I commenti sono chiusi.